Allergie alimentari più comuni

0
37
Allergie alimentari più comuni

Le allergie alimentari sono la tipologia di allergia più comune nelle persone di tutto il mondo. In base alle ultime statistiche, queste allergie colpiscono circa il 5% degli adulti e l’8% dei bambini in forma più o meno grave.

Queste percentuali sono in aumento, ma è interessante notare che la maggior parte delle allergie sono causate da veramente un numero esiguo di ingredienti. In questa guida, prenderemo in esame gli alimenti che più facilmente possono portare all’insorgere di una allergia.

Questo articolo, scritto grazie alla collaborazione degli esperti di vigilasalute.it – un portale dedito alla divulgazione di notizie e curiosità sul mondo del benessere. Si può raggiungere a questo indirizzo www.vigilasalute.it – è una rassegna di questi alimenti. Sono presenti anche una serie di informazioni per comprendere meglio i sintomi di queste allergie.

1: Latte di mucca

Il latte di mucca è uno degli alimenti che con più facilità può risultare difficile da digerire per l’intestino di molte persone. In particolare in bambini di giovane età, può risultare un grosso problema il passaggio da latte materno a quello di mucca. In molti casi, si dovrà scegliere di utilizzare un latte differente o un preparato che lo sostituisca.

2: Uova

L’allergia alle uova è la seconda allergia per numero di persone che ne sono affette. Problemi digestivi e reazioni allergiche sulla pelle sono i sintomi più comuni. In alcuni casi si può essere allergici solo al bianco o al rosso dell’uovo, ma nella maggior parte dei casi si è allergici ad entrambe le parti dell’uovo. Le proteine di questo alimento, sono il fattore che scatena l’allergia.

3: Noci da albero

Le noci da albero sono una delle allergie più comuni. Negli Stati Uniti d’America ne soffre circa l’1% della popolazione. Questo fatto è particolarmente importante, poiché le noccioline sono uno degli snack preferiti dagli abitanti di questa nazione.

Inoltre, è bene ricordare che il burro di arachidi – un alimento di cui gli americani vanno molto ghiotti – è realizzato proprio con uno di questi frutti.

La frutta in guscio di questa categoria comprende tra l’altro:

  • arachidi;
  • mandorle;
  • anacardi;
  • pistacchi;
  • noccioline;
  • noci.

Se quando si consumano questi frutti si inizia a sentirsi male, è opportuno rivolgersi ad un allergologo per eseguire un test di verifica. Grazie a questo test, si potrà comprendere quale o quali frutti sono quelli che scatenano l’allergia.

4: Molluschi e crostacei

Questi due alimenti, se ingeriti crudi o cotti, in alcune persone possono dare via ad allergie anche molto forti. Se si inizia a sentirsi male non appena si mangia uno di questi due alimenti, è bene recarsi immediatamente presso un ospedale per un esame più approfondito.

I sintomi di una allergia ai crostacei o ai molluschi di solito si manifestano rapidamente, e sono molto simili alle altre allergie alimentari. In alcuni casi, anche se si pensa di aver ingerito qualche frutto di mare non troppo fresco, è sempre bene verificare presso uno specialista la reale situazione.

5: Grano

L’allergia al grano è dovuta – nella maggior parte dei casi – a una intolleranza a una delle proteine presenti nel grano. Come con altre allergie, un’allergia al grano può causare delle difficoltà digestive, orticaria, vomito ed eruzioni cutanee.

Viene spesso confusa con la celiachia, che può avere dei sintomi molto simili. Tuttavia, una vera allergia al grano provoca una risposta immunitaria a una delle centinaia di proteine presenti nel grano.

Come si è ben capito, nella maggior parte dei casi le allergie alimentari sono causate da: latte, uova, noci, noci, arachidi, crostacei, pesce, soia e grano. A differenza delle intolleranze alimentari, le allergie alimentari sono causate dal sistema immunitario che identifica erroneamente come dannose alcune delle proteine presenti negli alimenti.

Questa situazione, può causare reazioni potenzialmente letali e l’unico trattamento realmente efficace è la rimozione del cibo dalla propria dieta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteHotel Milano Marittima sul mare, quale scegliere?
Siamo un'importante realtà indipendente, attiva nel panorama dei media digitali italiani, che rende disponibili ai propri lettori contenuti utili e aggiornati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here